Finalmente mi sono decisa: ho provato la coppetta mestruale!

In verità, avevo già acquistato una coppetta mestruale, perché la mia amica Serena Mammadalprimosguardo tempo fa me l’aveva consigliata, però fece una brutta fine: mi cadde nel wc e non ebbi il coraggio di utilizzarla nuovamente. Il mese successivo rimasi incita di Ginevra. E non la ricomprai.

Poi dopo la bellezza di 18 mesi dal secondo parto, le mie ovaie hanno pensato di rimettersi all’opera (era ora eh) e così mi sono ritrovata ad affrontare il disagio delle mestruazioni, più dolorose e soprattutto più abbondanti.

Quando si parla di mestruazioni, alcune donne arricciano il naso, non ne vogliono sentire parlare. Però d’altra parte, le mestruazioni ci fanno compagnia per un bel po’ di tempo (si spera) e dobbiamo imparare a conviverci dalla giovane età.

E se ci fosse la possibilità di migliorare la vita in quei maledettissimi 5-7 giorni del mese, perché no?!

Con tutta sincerità, ora posso dire che, da quando uso la coppetta mestruale , mi sento decisamente meglio. Ora ti spiego il perché.

Con tutta sincerità, ora posso dire che, da quando uso la coppetta mestruale , mi sento decisamente meglio. Ora ti spiego il perché.

Non vivo più con l’ansia di sporcarmi. La coppetta mestruale è a forma di campana e va inserita all’interno del canale vaginale. Una volta inserita correttamente, la mestrual cup raccoglierà il sangue mestruale, che detta così suona come una scena del film de l’orrore…

La mia coppetta mestruale, The Diva Cup, garantisce protezione per 10/12 ore consecutive senza perdite. Io per sicurezza la svuoto e la lavo almeno 3 volte al giorno. Finora non è mai successo che mi sporcassi gli abiti o anche solo l’intimo.

Basta irritazioni. Purtroppo l’uso frequente degli assorbenti esterni, provoca spiacevoli irritazioni, per non parlare dell’allarme scattato l’anno scorso, di sostanze potenzialmente tossiche, come glifosato, pesticidi e diossina che ha causato il ritiro di assorbenti esterni, tamponi, salvaslip in Argentina e successivamente in Francia e Canada, come conferma l’associazione francese per la difesa dei diritti dei consumatori 60 Million Consumers.

The Diva Cup è disponibile esclusivamente in silicone naturale non-pigmentato, perché la pelle, compresa la pelle sensibile delle pareti vaginali, non deve essere esposta ai coloranti o prodotti chimici.

Stop ai cattivi odori. Il flusso mestruale inizia a sviluppare un odore cattivo quando è esposto all’aria o quando si deposita sull’assorbente esterno. Con la coppetta mestruale non c’è il rischio, perché come dicevo prima va inserita all’interno del canale vaginale. Avete presente quella sensazione di freschezza e di pulito tutto il tempo?!

Risparmio economico. All’inizio acquistare una coppetta mestruale può sembrare costoso rispetto all’acquisto di una scatola di tamponi o assorbenti esterni. E’ un piccolo investimento che si ripaga in pochi mesi, perché la mestrual cup è riutilizzabile più volte, basta sterilizzarla in pentolino con dell’acqua, all’inizio di ogni mestruazione.

L’ansia da piscina. Con la coppetta mestruale non avrò più l’ansia di andare in piscina, al mare o fare yoga con le mestruazioni. Perché c’è, ma non si vede. E se inserita correttamente, non ci si accorge nemmeno di averla.

Con la coppetta mestruale non avrò più l'ansia di andare in piscina, al mare o fare yoga con le mestruazioni. Perché c'è, ma non si vede. E se inserita correttamente, non ci si accorge nemmeno di averla.

Di coppette mestruali ne esistono parecchie, di marche e di colori. Basta scegliere quella più adatta a te. C’è chi la preferisce più morbida e chi invece la preferisce più rigida.

Per la mia esperienza, The Diva Cup è il top ed è disponibile in due formati, Modello 1 e il Modello 2. C’è una piccola differenza tra le due dimensioni, ma è importante usare quella giusta, per evitare spiacevoli perdite.

Modello 1: raccomandato per le donne di età inferiore ai 30 anni che non hanno partorito (vagina) o con taglio cesareo.

Modello 2: Consigliato per le donne di età 30 in sù e / o per le donne che hanno  partorito (vagina) o con taglio cesareo.

Insomma è stato più facile del previsto! E tu hai mai utilizzato la coppetta mestruale? Se sì, come ti sei trovata?

I received a The Diva Cup to facilitate this review. All opinions are my own.

PH by Giorgia balestri ©2016 – 2017 Once Upon A Dream.