Sabato scorso siamo rientrati a Nashville dopo le vacanze pasquali ed ho una grandiosa notizia da darti:

Siamo sopravvissuti al nostro secondo viaggio intercontinentale .

Che sia chiaro non è stata una passeggiata, anzi… Allora la domanda nasce spontanea: come intrattenere i bambini in aereo tutto questo tempo?

Sì perché tra uno scalo e l’altro (in tutto sono 2) e un aereo e l’altro (siamo a quota 3) abbiamo girovagato un giorno intero. Con 2 bambine sotto i 4 anni non è semplicissimo! Ci vuole tanta organizzazione e poi non è mai abbastanza.

Come ti ho già raccontato tante volte, io ho viaggiato pochissimo nella mia vita e nonostante la poca esperienza ti posso raccontare come abbiamo fatto per intrattenere le nostre bambine in aereo durante i nostri viaggi intercontinentali.

Il segreto per sopravvivere in queste situazioni è non fare annoiare i bambini. Un bambino annoiato è più predisposto a fare capricci!

La prima cosa da fare per intrattenere i bambini in aereo (e non solo) è raccontare ciò che accade e renderli partecipi.

La prima cosa da fare per intrattenere i bambini in aereo (e non solo) è raccontare ciò che accade e renderli partecipi: con Adelaide è stato facile, perché faceva mille domande e voleva rendersi utile.

Mio marito ha spiegato alle bambine le varie situazioni, tipo il check – in “Ora consegneremo le valigie alla signorina e lei in cambio ci darà i biglietti per salire sull’aereo”.

Oppure quando è stato il momento di imbarcarci, Adelaide ha voluto consegnare le carte d’imbarco alle hostess.

Anche girare per i negozi può essere un diversivo.

Arrivati ad Atlanta, GA , le bambine erano ancora sveglie, prima abbiamo pranzato e poi siamo entrati al duty free per la gioia di Adelaide.

Diciamo che è stata una nuova esperienza olfattiva! Ginevra invece se ne stava accoccolata nel marsupio in spalla a papà e osservava.

Una volta imbarcati per il viaggio aereo più lungo, 8/9 ore circa, abbiamo atteso uno dei momenti più emozionanti, il decollo. Le bambine non si sono staccate dal finestrino solo un attimo.

Ginevra, che mi sedeva in braccio, guardava meravigliata gli aerei “parcheggiati” ai gate o quelli in fase di atterraggio. In verità anche io tuttora rimango a bocca aperta dal traffico che c’è negli aeroporti. Penso che non mi abituerò mai 😉

Una volta decollati, io e le bambine ci siamo divertite a contare le macchine, che dall’alto sembravano formiche. Ad un certo punto le nuvole sembravano fatte di panna montata… Avrai capito che ci piace fantasticare!

Intrattenere i bambini in aereo può diventare una sfida!

Tra un sonnellino e l’altro mi sono resa conto che intrattenere i bambini in aereo , specialmente di età diversa, può diventare una vera sfida.

Adelaide comincia ad essere una ragazzina e si perde guardano i film della Disney. Nella maggioranza dei casi sugli aerei ogni sedile è provvisto di monitor e con l’aiuto degli auricolari si possono guardare i film senza disturbare nessuno.

Un’ottima scusa per guardare dall’inizio alla fine Moana , Trolls e La La Land .

Un valido aiuto per intrattenere i bambini in aereo è guardare dei film al monitor.

Intrattenere Ginevra invece è stata dura! Nel bagaglio a mano, avevamo portato i suoi giochi preferiti, ma dopo un pò ha voluto sgranchirsi le gambe. Turbolenze a parte, ha fatto un giro col papà tra i corridoi ed ha giocato a nascondino con la sorella.

Se il bambino è già più grande, si può optare per un libro in versione tascabile o per un giornalino con stickers attacca/stacca.

Molte compagnie aeree regalano piccoli gadget ai bimbi, ma non è stato il nostro caso. Un piccolo peluche o il librino da colorare agli occhi del bambino sono regali meravigliosi, capaci di intrattenerli per un considerevole periodo di tempo.

Io la trovo una cosa tanto carina e le compagnie aeree family friendly si riconoscono anche dalle piccole cose: infatti penso che sarà l’ultima volta che viaggerò con Delta e Air France. Per colpa di un loro disguido tecnico, ci è toccato trascorrere 9 ore in aeroporto a Parigi e al ritorno abbiamo rischiato di perdere l’ultimo aereo a Indianapolis. Mai più!!

Chiusa la parentesi compagnie aeree, un altro modo per intrattenere i bambini in aereo è il tablet.

Alla fine per distrarre Ginevra, abbiamo acquistato il servizio wi-fi per vedere sul tablet i suoi video preferiti su YouTube e giocare con le App che avevamo precedentemente scaricato.

Se usati con moderazione, il tablet o lo smartphone possono diventare degli ottimi alleati, specialmente in situazioni estreme come lunghi viaggi in aereo o in automobile.

Per ricapitolare, ecco la lista delle cose utili da portare nel trolley bagaglio a mano per intrattenere i bambini in aereo:

  • Alcuni giocattoli preferiti.
  • Dei libri in versione tascabile o della favola del cuore.
  • Giornalini con stickers attacca/stacca.
  • Album da colorare o un semplice bloc-notes con pochi colori.
  • Per i ragazzini più grandi, si trovano in commercio dei giochi da tavolo in versione da viaggio.
  • Tablet.

Devo dire che questa soluzione si è rivelata ottima! Prima di partire da casa, ho riempito un trolley bagaglio a mano, con tutto il necessario per le bambine, dai biberon, ai pannolini, alle salviette, un cambio per le emergenze.

E tu come fai per intrattenere i bambini in aereo ?