Dopo quasi un mese di assenza, finalmente son tornata! “A rompere le balle” penserete voi. Anche.

I lavori di manutenzione al blog sono durati un bel po’, ma ne è valsa la pena!! Il mio ora è un sito multilingue e da oggi in poi pubblicherò i post sia in italiano che in inglese.

Per realizzare questo progetto, a cui tenevo particolarmente, mi sono rivolta a Lara RigoGrazie mille per l’infinita pazienza. Ti dovrebbero fare Santa subito 😉

Ma che cosa è cambiato?

Ora il lettore potrà selezionare la lingua che preferisce per leggere i post o consultare l’intero blog. Dopo il trasferimento a Nashville, TN sentivo ancora di più l’esigenza, dovevo solo organizzare bene le cose.

Visto che c’eravamo, abbiamo stravolto anche la parte grafica e le immagini: ho scelto personalmente dalla mia gallery Instagram le foto che più si addicevano alle nuove categorie Vita in America , Ricette e Interviste.

Il logo è sempre lo stesso, quel logo che creò la mia amica Simona Minniti di Una Mamma Come Tante. Un grazie di cuore anche a te e alla tua meravigliosa creatività <3

Ho dato un senso più profondo alla pagina Chi sono, raccontando di quella ragazza che ero in passato e di quella donna che sono diventata. Poche parole, ma sentite. Siete curiosi eh? 😉

Finalmente son tornata a scrivere per il blog, dopo lo stop forzato per manutenzione. Nel frattempo abbiamo festeggiato il terzo compleanno di Adelaide.

Abbiamo curato al meglio  la pagina Contatti. Quindi per chi volesse scrivermi, anche solo per un saluto o inviarmi un abbraccio virtuale io sono qui a braccia aperte!!

Mi piace anche la possibilità di restare in contatto sui social (praticamente quasi tutti). Let’s connect dai.

Una cosa che mi sono imposta sarà curare al meglio la fotografia: il mio desiderio è che il lettore tramite le istantanee che scatterò, possa rivivere o fantasticare con la mente e conoscere più da vicino, i luoghi e costumi di Nashville o dei luoghi che visiterò. È una promessa!!

Questa è il paesaggio che si può osservare dal Cumberland River Pedestrian Bridge, uno dei luoghi più suggestivi di Nashville.

E per concludere vi aggiornerò costantemente sulle mie peripezie di mamma e moglie expat. Spesso e volentieri leggerete dei miei stati d’animo legati a questa nuova e (non) sempre piacevole avventura. Ci sta anche questo.

Ora vi chiedo solo un favore: portate pazienza se, leggendo gli articoli in inglese troverete qualche errore lessicale. Non vi ho mai nascosto di non essere una cima nelle traduzioni. Lo step successivo alla patente americana, prevede di tornare sui banchi di scuola per studiare meglio la nuova lingua.

In bocca al lupo a me e rimaniamo in contatto <3

PH by Giorgia Balestri © 2016 Once Upon A Dream – Tutti i diritti riservati

firma_blog