Pane fresco fatto in casa tutti i giorni: fino all’altro giorno per me era un’utopia, perché nella mia testa associavo la preparazione del pane a qualcosa di complicato, difficile da mettere in pratica, soprattutto se si hanno dei bambini piccoli che scorrazzano in giro per casa. E invece no, mi son dovuta ricredere, grazie a Chiarapassion e al suo blog di ricette!

Tempo fa Enrica pubblicava su Instagram foto meravigliose di pagnotte di pane da far venire l’acquolina in bocca a chiunque. Curiosa, ma anche un po’ scettica, lo ammetto, sono andata a sbirciare la ricetta Pane senza impasto o no knead bread sul suo blog e non ci volevo credere della semplicità di questa, pochi ingredienti buoni e poco lavoro per me, ma il risultato più che ottimo direi! Allora mi son detta: “Perché non provare, magari nel weekend?” Detto fatto. Unica cosa ho investito qualche euro nell’acquisto di una pentola in terracotta con coperchio, che utilizzerò poi per la cottura di altri cibi (ragù, polenta, pappa al pomodoro eccetera eccetera).

Ingredienti

500 g di farina

350 g di acqua a temperatura ambiente

10 g di sale (circa 1 cucchiaino)

2 g di lievito di birra fresco

5 g di miele (opzionale)

Farina o semola rimacinata per spolvero

Cosa serve

Una pentola del diametro 22 centimetri di ghisa, terracotta o acciaio, l’importante senza manici in plastica, perché andrà in forno.

Preparazione

Sciogliere il lievito in due dita d’acqua, presa dal totale. Scegliete un recipiente capiente dove mettere le farine setacciate, il sale, tutta l’acqua, compresa quella con il lievito, il miele: mescolare velocemente con l’aiuto di una forchetta. L’impasto risulterà molliccio e appiccicoso: niente paura è normale! Coprire con la pellicola e lasciare riposare per circa 20 ore a temperatura ambiente. Se lo farete in estate, tenete presente che il caldo aiuta la lievitazione e ci vorranno meno ore di lievitazione, circa 12 ore.

Una volta trascorse le ore di lievitazione, l’impasto risulterà pieno di bolle. A questo punto rovesciatelo su di un piano infarinato e spolveratelo di farina. Prendere un lembo d’impasto e e tirare verso l’esterno e poi ripiegare verso il centro: questo procedimento si chiama “fare le pieghe”. Fare la stessa cosa con gli altri lembi d’impasto dal lato opposto.

Sul tagliere mettere un canovaccio pulito e spolverare di farina o di semola rimacinata, io preferisco la seconda; adagiare il pane con le pieghe a contatto del canovaccio, spolverare ancora con la semola e coprire il tutto con un altro canovaccio pulito. Il pane con le pieghe deve riposare almeno 2 ore.

Adesso viene il bello: scaldare il forno a 230°C no ventilato, ma statico e mettere dentro la pentola e quando questa risulterà bella calda – attenzione a non scottarvi – adagiatevi il pane in modo che le pieghe stiano in alto. Coprire la pentola con il coperchio e cuocere per 30 minuti; per colorire il pane, togliere il coperchio e continuare la cottura per altri 15/20 minuti. Et voilà il pane senza impasto è pronto! Sfornare e lasciare raffreddare, per almeno 2 ore, su di una gratella prima di tagliarlo. Questo è il mio pane senza impasto: come vi sembra?

Pane senza impasto: facile da fare con la ricetta di Chiarapassion! ;-)

Il pane senza impasto è buonissimo: se la pagnotta è grande, potete tagliarlo a fette e congelarlo.

Grazie Chiarapassion per questa ottima ricetta!

PH by Giorgia Balestri – Tutti i diritti riservati.

firma_blog