Vi propongo una ricetta gustosa e adatta ai bambini in fase auto-svezzamento, i passatelli in brodo.

I passatelli in brodo rappresentano una delle minestre più caratteristiche della tradizione gastronomica dell’Emilia Romagna e delle province di Pesaro e Urbino.

La ricetta nacque per non dover buttare via il pane avanzato e ormai troppo duro.

Nel tempo i passatelli diventarono un piatto adatto ai giorni di festa, non per Natale, giorno riservato tradizionalmente ai tortellini in brodo, ma per Santo Stefano o l’Epifania e soprattutto per Pasqua.

I passatelli in brodo a casa nostra fanno furore e ci hanno accompagnato nella delicata fase dell’auto-svezzamento.

Per chi non li conoscesse, i passatelli sono un formato di pasta fresca e consistono in grossi e ruvidi spaghettoni del diametro di circa 4 millimetri e della lunghezza di circa 4 centimetri, preparati con un impasto di pangrattato, parmigiano reggiano grattugiato, uova, noce moscata.

I passatelli si ottengono facendo passare l’impasto attraverso l’apposito attrezzo, formato da un disco di metallo leggermente bombato del diametro di 15 centimetri, dotato di fori di circa 4 millimetri di diametro che possiede un manubrio con due impugnature laterali.

Il ferro per passatelli viene posto sopra una palla di impasto e quindi pressato sopra di essa in modo che dai suoi fori fuoriescano gli spaghettoni, che verranno tagliati con un coltello alla lunghezza di 4 centimetri e, secondo la tradizione, dovranno essere cotti in un buon brodo di carne.

In alternativa al ferro tradizionale possiamo utilizzare uno schiacciapatate con fori larghi e vi posso garantire che il risultato è perfetto lo stesso!

Faccio una premessa: come tutti i piatti tradizionali, ogni famiglia conserva e tramanda una propria ricetta in cui variano le proporzioni fra alcuni ingredienti, la presenza o l’assenza di altri.

Per: 4 persone

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 10 minuti per i passatelli; almeno due ore per il brodo di carne

Tempo di cottura: 2 minuti

Ingredienti per i passatelli in brodo

100 g di Parmigiano reggiano

100 g di Pangrattato

1 Uovo + 1 tuorlo

1 pizzico di Sale

Noce moscata q.b.

1,5 l di brodo di carne

Ingredienti per il brodo di carne

300 g di Doppione

1/2 Gallina pulita

1 Costa di Sedano

1 Carota

1 Cipolla

1 ciuffo di Prezzemolo

1 Pomodoro rosso

3 litri di Acqua

Preparazione

Come prima cosa preparate un buon brodo di carne. Lavate la carne sotto l’acqua corrente. Mondate le verdure. Tagliate la carota e il sedano a tocchetti, la cipolla a metà e poneteli in una capiente casseruola insieme al pomodoro intero.

Aggiungete il doppione, la gallina nella pentola. Coprite con circa 3 litri di acqua fredda. Ponete sul fuoco e portate ad ebollizione. Schiumate utilizzando un mestolo forato e abbassate la fiamma. Fate sobbollire dolcemente per circa 3 ore, semi-coperto.

Quando il brodo sarà pronto e filtrato, sgusciate le uova dentro ad una ciotola quindi sbattetele con una forchetta e aggiungete il parmigiano reggiano grattugiato, il pangrattato, il sale, la noce moscata e amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto sodo e formate una palla.

Se l’impasto risultasse troppo morbido, potete aggiungere due cucchiai di farina.

Posizionatevi direttamente sulla casseruola contenente circa 1,5 l di brodo a bollore e pressate il composto nello schiacciapatate con fori larghi, tagliate con un coltello i passatelli a circa 4 centimetri di lunghezza facendoli cadere direttamente nel brodo caldo.

Fateli cuocere per circa due minuti: vi accorgerete che sono pronti, quando i passatelli riaffioreranno in superficie e il risultato sarà questo…

I passatelli in brodo, una delle ricette tipiche dell'Emilia Romagna. Sono facili da fare e mettono d'accordo sia il palato dell'adulto che del bambino.

Questa ricetta la troverete anche sul food art blog di Valentina Occhi Ovunque.

PH by Giorgia Balestri © 2016 Once Upon A Dream – Tutti i diritti riservati

firma_blog